GRESIA PORTE

Materiali porte blindate

Le nostre porte blindate possono essere realizzate con diversi materiali in base al tipo di immobile in cui saranno installate ed al gusto estetico del proprietario.

Scopri tutti i materiali

Multistrato idrofugo

Gli strati di legno vengono incollati con una sovrapposizione alternata.

Richiedi un appuntamento

É il risultato del processo attraverso cui diversi strati, denominati anche “tranciati” o “piallacci”, vengono incollati per formare una superficie composta da tanti fogli, ricavati dal legno, e che, presi singolarmente, hanno uno spessore molto sottile.

I fogli aderiscono l’uno con l’altro per mezzo dell’applicazione di materiali collanti appositamente studiati, e che hanno proprietà idrorepellenti. Le colle usate devono rispettare parametri specifici definiti dalle normative di controllo, e che ne impediscono la tossicità. Le tipologie dei collanti sono:

  • fenolico: queste colle hanno la caratteristica di essere particolarmente resistenti ed adatte agli ambienti esterni, e presentano un colore scuro.
  • Melaminico: di colore trasparente, rispetto alle colle fenoliche sono invece ideali nell’utilizzo in ambienti interni.

La composizione chimica di questi due tipi di colla è differente, come è diverso il loro impiego nel settore edilizio. Certamente, entrambe hanno la caratteristica di assicurare una resistenza molto alta, anche in presenza di temperature elevate (fino anche all’ebollizione). Pertanto, il multistrato idrofugo risulta assolutamente adatto per essere applicato all’esterno, perché in grado di assicurare un alto isolamento anche in condizioni climatiche particolari.
Gli elementi vengono incollati con un disegno che riporta una sovrapposizione alternata, in cui si segue la direzione delle fibre in uno strato, mentre in quello successivo il senso è contrario, e così via.
Questo consente un risultato resistente nel tempo, anche in particolari condizioni atmosferiche e negli ambienti caratterizzati da una forte umidità.

Legno massello

Ottenuto dalla zona centrale del tronco è il cuore dell’albero.

Richiedi un appuntamento

Il legno massello si ottiene dalla zona centrale del tronco, che è il cuore dell’albero, la sua parte più vecchia, millenaria, e che viene denominata “durame”, in quanto è caratterizzata dalla straordinaria resistenza, rispetto alle parti più esterne.
Il legno massello è da sempre famoso per essere molto pregiato e resistente, perché non viene trattato con agenti chimici. L’unico processo preliminare, peraltro indispensabile per escludere il pericolo della formazione di muffe, è la stagionatura, attraverso cui le tavole di legno vengono fatte essiccare prima di essere lavorate.
La resa del legno massello, nel tempo, è duratura e resistente, ed i suoi colori si scuriscono con il passare degli anni; questo è un elemento molto apprezzato, poiché l’aspetto esteriore del legno acquisisce fascino e bellezza nel tempo. Ciò consente di realizzare rivestimenti unici ed irripetibili, davvero apprezzabili dal punto di vista estetico e funzionale.
Le caratteristiche del massello sono l’elasticità e l’effetto altamente isolante.
Per la realizzazione del disegno Tokyo, vengono utilizzate grosse tavole, poi lavorate in modo da avere la dimensione della larghezza della porta, nelle misure di 30 mm, 50 mm ed 80 mm.

Impiallacciato

Rivestimento del legno comune con uno strato di legno pregiato.

Richiedi un appuntamento

Il processo di impiallacciatura consiste nel rivestire il legno, non pregiato, con uno strato sottile di legno pregiato, denominato “piallaccio”. Questa operazione viene effettuata in falegnameria, e permette di ricavare un prodotto che abbia una buona resistenza e che sia bello dal punto di vista estetico: consente un notevole risparmio rispetto al legno massello, ed è in proporzione più leggero di quest’ultimo.
L’impiallacciato può essere lavorato seguendo il disegno naturale del legno, oppure riproducendo un motivo a venature contrapposte.
Il legno maggiormente utilizzato, in questa lavorazione è il mogano, insieme al palissandro e al noce.

HDF Idrofugo

Fibra di legno realizzata utilizzando gli scarti del legno tranciato.

Richiedi un appuntamento

Si tratta di una fibra di legno che viene realizzata utilizzando gli scarti del legno. Il procedimento inizia con la pulizia e decorticamento dei pezzi di legno, che verranno in seguito ridotti in piccolissime parti. Una lavorazione successiva ricava dalle scaglie le fibre di legno, che vengono mescolate a sostanze collanti atossiche di varia tipologia, e resine di origine naturale, secondo quanto indicato dalla normativa che ne disciplina il trattamento. Infine, l’operazione di “compattamento” consente di ottenere una massa di notevole densità.
Le caratteristiche di questo materiale sono davvero apprezzabili, in quanto è dotato di un altissimo potere isolante, sia termico che acustico, perciò è molto utilizzato negli ambienti esterni grazie alla notevole resistenza, anche in condizioni climatiche estreme.

HPL

Diversi strati di fibre di cellulosa trattate con resina fenolica.

Richiedi un appuntamento

Il materiale stratificato HPL è noto per la sua qualità, sia dal punto di vista funzionale che estetico. É particolarmente apprezzato per la sua resistenza al vapore ed a condizioni di consunzione nel corso del tempo.
L’HPL ha un largo utilizzo nell’edilizia contemporanea, grazie alla sua versatilità ed anche al fatto che, praticamente, non necessita di manutenzione.
É composto da diversi strati di fibre di cellulosa, che hanno subito un trattamento interno a base di resina fenolica. Sulla parte superficiale vengono applicati strati dello stesso materiale cellulosico, che saranno visibili all’esterno e sono trattati con resine termoindurenti.
Lo stratificato HPL resiste in maniera eccellente all’escursione termica ed agli ambienti umidi, anche se il pannello tende a ritirarsi con poca umidità e ad espandersi, viceversa, in presenza di maggiore umidità. Pertanto, durante la posa, è sempre opportuno climatizzare adeguatamente l’ambiente.
Un’altra caratteristica di questo materiale è la sua compattezza, che gli conferisce un’altissima resistenza alla flessione, alla compressione, nonché a trazione e impatto.
Tutte questi elementi sono particolarmente apprezzati nel campo edile, e lo sono ancora di più se associati al fatto che lo stratificato HPL è considerato ecologico, in quanto una percentuale molto alta dei prodotti utilizzati per la sua realizzazione è riciclabile.
È, quindi, facilmente comprensibile perché questo materiale sia largamente utilizzato nell’edilizia contemporanea.

Corian

Realizzato in una percentuale pari a 2/3 di triidrato e 1/3 resina acrilica.

Richiedi un appuntamento

È un materiale composito di altissima qualità. La sua struttura contiene una percentuale pari a 2/3 di triidrato e 1/3 resina acrilica, a cui vengono spesso aggiunti pigmenti colorati, permettendo di ottenere l’effetto cromatico desiderato.
Il materiale è innovativo e versatile, e conferisce agli ambienti una incredibile eleganza: è molto apprezzato nel mondo del design contemporaneo ed ha caratteristiche indiscusse di resistenza e capacità di durare nel tempo.

Preventivo porte blindate

Contattaci per richiedere informazioni dettagliate ed i prezzi delle nostre porte blindate. Il nostro staff è a tua disposizione e ti risponderà il prima possibile.

Chiamaci: +39.039.2324358Richiedi un appuntamento
Vuoi avere maggiorni informazioni?

Richiedi un appuntamento

Compila il form con tutti i tuoi dati.
Ti ricontatteremo noi per fissare l’appuntamento.

Per maggiori informazioni leggi l'informativa ai sensi del Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”)